Premessa

L’esigenza di attivare uno sportello psico-pedagogico all’interno delle scuole nasce dall’importanza di dare ascolto e rispondere in maniera adeguata e professionale ai disagi degli alunni, coinvolgendo insegnanti e genitori in un progetto condiviso rivolto al benessere dell’alunno.
Lo sportello di consulenza sulle difficoltà di apprendimento e i bisogni educativi speciali si occupa in particolar modo di problematiche inerenti lo sviluppo cognitivo e l’apprendimento scolastico senza però dimenticare i risvolti emotivi e sociali che queste difficoltà hanno sui bambini.

Lo sportello si occupa di individuare, tramite opportuni strumenti di screening, tutti quegli alunni che mostrano di avere difficoltà scolastiche e di seguire, invece, quelli che hanno già ricevuto una diagnosi ma che ancora faticano a trovare le giuste strategie di apprendimento.

Le consulenze rivolte ad insegnanti e genitori trattano i seguenti argomenti:

  • disturbi specifici dell’apprendimento;
  • funzionamento intellettivo limite;
  • difficoltà di attenzione;
  • autismo lieve;
  • difficoltà sociali, la mancata o inadeguata interazione con i pari e con gli insegnanti;
  • difficoltà emotive, la mancata gestione di emozioni come l’ansia o la rabbia;

Obiettivo generale

Promuovere il benessere degli alunni, sostenendo il loro sviluppo.

Obiettivi specifici

Promuovere un clima educativo sereno;
Agevolare il benessere ed il profitto accademico degli studenti;
Sostenere gli insegnanti nella loro funzione educativa;
Promuovere la formazione/conoscenza di tematiche legate allo sviluppo cognitivo e all’apprendimento;
Promuovere l’individuazione di soluzioni e strategie risolutive nei confronti di eventuali problematiche;
Accompagnare il genitore nelle prime fasi del percorso di individuazione di un possibile disagio;
Favorire l’istaurarsi di una buona comunicazione tra le diverse figure coinvolte nell’educazione dell’alunno (insegnanti, assistenti educativi e genitori).

Destinatari

Alunni, insegnanti e genitori.

Spazi e tempi

Gli interventi si svolgono nei locali delle scuole. I tempi vengono concordati con gli Istituti scolastici.

Risorse umane

Responsabili del progetto sono la Dott.ssa Giada Di Chio, psicologa e psicoterapeuta esperta in psicopatologia dell’apprendimento, e la Dott.ssa Giorgia Marchetti, educatrice specializzata nei disturbi dell’età evolutiva.

Educare onlus vanta un’esperienza pluriennale nell’ambito degli Sportelli di consulenza sulle difficoltà di apprendimento ed i bisogni educativi speciali in tutte le scuole di diverso ordine e grado.